Spremuta d’Italia

I limoni li abbiamo in Italia, ma preferiamo farli arrivare da altri Paesi. 

Meglio se le gazzarre degli uccelli
si spengono inghiottite dall’azzurro:
più chiaro si ascolta il susurro
dei rami amici nell’aria che quasi non si muove,
e i sensi di quest’odore
che non sa staccarsi da terra
e piove in petto una dolcezza inquieta.
Qui delle divertite passioni
per miracolo tace la guerra,
qui tocca anche a noi poveri la nostra parte di ricchezza
ed è l’odore dei limoni.

da “I LIMONI”, Eugenio Montale

 

Giallo....limone

Giallo….limone

 

Romano Pisciotti: è un po’ lungo quello che ho trovato navigando su internet, ma leggetelo è veramente interessante conoscere quanto questo agrume sia prezioso.

 

Il limone ha innumerevoli effetti benefici per la salute, ed è noto per le sue proprietà terapeutiche da diverse generazioni: esso ostacola l’insorgere dell’osteoporosi, riequilibra il Ph del corpo, migliora la digestione, favorisce il riposo, previene raffreddore e influenze, depura il fegato, elimina gli acidi urici, favorisce l’attività intestinale, dissolve i calcoli biliari, renali e i depositi di calcio che si accumulano nei reni, previene la calcolosi urinaria, contrasta i radicali liberi, previene l’invecchiamento cellulare dell’organismo, abbassa il colesterolo, favorisce la digestione, ha proprietà antibatteriche, elimina i parassiti intestinali, rafforza i vasi sanguigni, regola la pressione del sangue, ha proprietà antitumorali, favorisce la produzione di energia, è benefico in casi di stipsi, problemi ai denti, cura dei capelli, cura della pelle, emorragie interne, reumatismi, ustioni, sovrappeso, disturbi respiratori, il colera e la pressione alta.
In cucina il limone trova un vasto impiego: del frutto del limone si utilizza il succo fresco, spremuto dai frutti maturi, che viene usato come bevanda, condimento delle pietanze, e a volte al posto dell’aceto. L’abbondanza di acido citrico presente nel limone ne condiziona infatti il gusto e ne fa un ottimo rinfrescante e dissetante, oltre che un gustoso condimento per numerose preparazioni culinarie: esso ha proprietà astringenti, antiscorbutici e dissetanti.
Esso viene frequentemente usato nelle marinate: in particolare, nel caso della selvaggina o delle carni scure, come la faraona, ha la funzione di togliere il sapore di selvatico. Per coloro poi non intendono rinunciare ai frutti di mare crudi, è importante sapere che poche gocce di succo di limone, eliminano, in pochi minuti, il 92% di microbi e batteri presenti sui molluschi. Il limone serve anche ad evitare che ortaggi, verdura fresca e frutta fresca anneriscano, e per questo motivo spesso si usa nella preparazione della macedonia di frutta. Il limone ha proprietà depurative disintossicanti dell’organismo e la sua assunzione regolare, preferibilmente al mattino quando si è ancora digiuni, aiuta a regolarizzare l’intestino, e combatte addirittura la cellulite.
La scorza del limone, poi, ricca di aromi e profumi, viene grattata e usata nella preparazione di tanti piatti dolci e salati e bevande. Famosissimo è infatti l’utilizzo del frutto di limone nella preparazione del celebre liquore Limoncello, liquore tradizionale originario della provincia di Napoli, Caserta e dall’isola di Ischia: si tratta infatti di un distillato dalla buccia del limone, ottenuto seguendo un’antica ricetta che gli conferisce un gusto unico e inimitabile.
Il limone è ricco di oli essenziali, il principale dei quali è il limonene, concentrato prevalentemente nella scorza. Gli oli essenziali del limone hanno un elevato potere antibiotico e disinfettante. Applicati sulla pelle, svolgono anche un’azione revulsiva, richiamando il sangue in superficie, e risultano utili quindi in caso di reumatismi, ed hanno poteri cicatrizzanti: in caso di necessità, infatti, il limone si usa come disinfettante della pelle e della cavità orale per piccole ferite e abrasioni, afte, angine e stomatiti.
Il limone è utilizzato ampiamente nell’industria cosmetica: Il limone nell’aromaterapia viene indicato come rinfrescante, tonico per la circolazione, battericida ed antisettico.
Il limone è anche un buon astringente, utile per gli eritemi solari, schiarente delle efelidi, detergente e purificante. Il limone rende morbida la pelle delle mani, rinforza le unghie, tonifica la pelle grassa, facendo diminuire la produzione di sebo, è utile per donare lucentezza ai capelli, ed è infine un ottimo alleato per l’antiestetico problema della cellulite nelle donne: bere dell’acqua con del succo di limone durante il giorno, infatti, favorisce la scomparsa della pelle a buccia d’arancia.

Bicarbonato mischiato a succo di limone aiuterà inoltre, in ambito domestico, ad avere rubinetterie e lavandini splendenti. Il limone è inoltre un tarmicida naturale. Per chi infine ha problemi di potabilità dell’acqua, è possibile rendere quest’ultima potabile aggiungendo ad un litro d’acqua il succo di un limone spremuto.

In Italia 6 limoni hanno ottenuto il riconoscimento IGP : “Il Limone di Siracusa”, “Il Limone Interdonato di Messina”, il “Limone Femminello del Gargano”, il “Limone Costa d’Amalfi”, il “Limone di Sorrento” e recentemente il “Limone di Rocca Imperiale”.

Verde....limone

Verde….limone

 

Sembra un paradosso, ma è così. I limoni li abbiamo in Italia, ma preferiamo farli arrivare da altri Paesi. La crescita, in questo senso è esponenziale.

“La realtà dei fatti – commenta Coldiretti – è che, dati alla mano, oltre il 25 per cento dei limoni consumati in Italia è di importazione. Se nel 1995 l’Italia importava 17,8 milioni di chilogrammi di limoni, oggi le importazioni sono arrivate a superare i 103 milioni di chilogrammi. La produzione nazionale, nello stesso periodo, da poco meno di 700 milioni di chilogrammi è crollata a poco più di 300 milioni di chilogrammi, sotto i colpi di prezzi troppo bassi e delle importazioni“

Il crollo delle nostre aziende è dovuto all’apertura forzata e incontrollata della frontiere: Ma ciò che ha messo maggiormente in crisi il mercato agricolo è stata l’apertura delle frontiere dell’Unione Europea con tutti gli altri Paesi, ma c’è ancora chi lavoro e si sforza di preservare la qualità e le peculiarità dei prodotti tipici del nostro suolo.

La granita siciliana

La granita siciliana

Torta al limone

Torta al limone

4 Comments:

  1. Il limone: da molti definito “ORO GIALLO”
    Ebbene si l importazione da altri paesi del limone è in forte ascesa ( manodopera , creazione di cooperative ed aiuti da parte dell UE sui dazi doganali)
    Ma nessun “sosia” del limone siciliano potrà mai competere per proprietà organolettiche è come si evince dall articolo per le proprieta benefiche e curative per il nostro organismo.
    Sarebbe opportuno Far conoscere tutte queste peculiarità non solo ai nostri connazionali ma anche a tutti i cittadini dell Unione che comprano il limone a ben 3 euro al kg non sapendo la minima tracciabilta e cosa più importante che molti non sanno e che il limone tunisino algerino turco ecc ecc … È un limone coltivato in terre altamente aride con bassissime precipitazioni durante l anno.
    Da qui la domanda!
    Ma allora come li coltivano ??? COme danno loro la cosa più importante di cui hanno bisogno cioè l Acqua?
    Facile!
    No facilissimo!!!!
    Acque reflue …. Cioè ACQUA DI FOGNA!!!!
    Mi spiace scrivere queste cose su questo rispettabilissimo blog ma è una triste verità da far conoscere a chi non vive il mondo dell agricoltura.
    Quindi compriamo italiano e compriamo BIOLOGICO!!!

  2. …parlavamo ieri dei limoni e oggi, 11 marzo 2016, arriva la conferma che l’Unione Europea si prepara ad approvare l’importazione di 35mila tonnellate di olio tunisino.
    Romano

  3. La caprese perfetta: pomodoro mozzarella e olio Tunisino.
    Si evolve la società e anche la tradizione…… Mah,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *